Pancia piatta con il miracolo dei legumi

Nella dieta dimagrante, i legumi aiuterebbero a raggiungere l’obiettivo di molte donne: la pancia piatta. Secondo il Journal of the American College of Nutrition, ceci, fagioli, lenticchie e piselli sarebbero in grado di ridurre il giro vita e di sgonfiare la pancia.

Nella dieta dimagrante i legumi sono fondamentali: danno la carica, contengono proteine più digeribili di quelle animali e rappresentano un valido sostituto della carne per tutti i vegetariani e non. Importantissimi perché contengono ferro e quindi per le proprietà antiossidanti e antitumorali. A questo, s’aggiunga che la misura del girovita risulterà notevolmente ridotta e la pancia piatta si accompagnerà a un fisico in salute e nel pieno del benessere.

I fagioli sono ricchi di vitamine A, B, C ed E. Contengono sali minerali e la lecitina: quest’ultima impedisce l’accumulo di grasso nel sangue. Pertanto, i fagioli sono particolarmente indicati per aiutare l’apparato cardiocircolatorio e per ridurre il peso.

Spesso i fagioli si associano al pensiero del gonfiore che possono provocare: ma per evitare la costipazione, basta saperli cucinare. Un segreto sta nel mettere nella minestra una foglia di alloro, in grado di rendere il tutto più digeribile e di sgonfiare l’addome. Oppure un pezzetto di Alga Kombu che assorbe le sostanze gonfianti. I componenti dei legumi che causano flautolenza sono principalmente gli oligosaccaridi, composti che il corpo non può né digerire né assorbire, e così una volta arrivati nell’intestino i batteri li scompongono producendo gas. Per ridurre la quantità di oligosaccaridi che causano la produzione di gas, aggiungere all’acqua di ammollo dei legumi bicarbonato di sodio, e durante la cottura mettere l’ alloro, o la salvia, o un pezzo di alga Kombu come già detto

Inoltre, è necessario che i fagioli stiano in ammollo per ventiquattro ore prima di essere cucinati, specie se si tratta di quelli secchi.

Le lenticchie sono da sempre considerate un alimento povero, ma è uno di quelli che più aiuta l’organismo: ricche di fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti, le lenticchie risultano ideali per chi soffre di cali di ferro, per combattere la depressione, per riequilibrare il sistema nervoso, tenere sotto controllo il colesterolo, pulire l’intestino, garantire la memorizzazione e combattere l’arteriosclerosi. Pertanto, le lenticchie, gustabili nelle numerose varietà esistenti, sono un alimento indispensabile in qualsiasi dieta e non solo per perdere peso.

I ceci sono molti calorici, ma hanno numerose e notevoli proprietà nutritive: contengono ferro, magnesio, vitamine e fibre. Possono essere utilizzati per numerosi tipi di zuppe, ma anche per altri piatti, come polpette e timballi. Tuttavia, sono buonissimi anche da soli, lessati e conditi con un filo d’olio.

Assieme ai tre principali legumi, è bene associare il consumo di ortaggi e altri legumi in grado di completare il miglioramento dello stato di salute dell’organismo e a dimagrire: piselli, fave e soia.

La soia aiuta a prevenire i tumori, tiene bassi i livelli della glicemia ed è un valido sostenitore ormonale durante il ciclo femminile. Allo stesso modo i piselli contengono un alto livello di sali minerali, vitamine e fibre. Le fave, invece, aiutano a tenere attivo l’apparato gastrointestinale, favorendo la pulizia e la regolarità dell’intestino.